Glossario di termini e definizioni su carte di credito e debito

Le carte di credito e di debito sono un modernissimo strumento di pagamento elettronico ormai diffuso a macchia d’olio. Qualunque sia motivo che possa indurre all’attivazione di una carta, prima di compiere questo passo conviene prepararsi al meglio sulla terminologia ad essa tradizionalmente associata. In questo articolo vi proporremo un pratico glossario con definizioni e chiarimenti non solo sul funzionamento del denaro virtuale, ma anche su tutti quei mezzi e tecnologie che permettono di sfruttare tale servizio.

Le carte di pagamento dalla A alla Z

A

Acquirer

Ente che gestisce i rapporti contrattuali con gli esercenti che dispongono di ATM o POS per il prelievo di contanti. Nello specifico, si occupa di controllare le operazioni effettuate con le carte elettroniche di diversi circuiti di pagamento.

Anticipo contante

Prelievo di denaro con carta di credito presso uno sportello ATM. La somma richiesta non è disponibile sulla carta, ma il titolare può usufruirne.

ATM (Automated Teller Machine)

Sportello automatico presso il quale è possibile effettuare diverse operazioni. Ad esempio, prelievo di denaro contante e invio di bonifici e pagamenti (utenze, ricariche telefoniche, etc). Tutte queste funzioni vengono abilitate introducendo la carta nell’apparecchiatura e digitando il codice PIN ad essa associata. Gli sportelli ATM si trovano presso tutti gli istituti di credito e coprono molteplici circuiti di pagamento. Se si effettuano operazioni attraverso un circuito diverso da quello della carta, verrà applicata una commissione il cui importo dipende dal circuito stesso, nonché dallo stato in cui si accede al servizio. Fuori dalla zona Euro, la commissione sarà maggiore e potrà raggiungere anche i 5 euro.

B

Bancomat

Circuito nazionale di utilizzo delle carte di debito.

Banda magnetica

Presente sul retro della carta, contiene le informazioni relative al ad essa associato.

Blocco carta

Operazione da realizzare in caso di smarrimento o furto della carta, perché ne vengano disattivate le funzionalità contro il rischio di uso fraudolento.

C

Carta di credito

Carta di pagamento con cui la banca mette a disposizione del titolare una somma di denaro da usare a sua discrezione per l’acquisto di beni e servizi. Con il rimborso periodico tanto del capitale, come degli interessi, il titolare ricostituirà l’importo originario, perché possa essere utilizzato nuovamente.

Carta di debito

Carta di pagamento che prevede l’addebito immediato dell’importo speso sul conto corrente del titolare. Se la carta è invece collegata a un credito pre-caricato, si parla più esattamente di carta prepagata ricaricabile.

Circuito di pagamento

Sistema dotato di una propria rete di comunicazione per la gestione delle spese, l’applicazione delle commissioni, il prelievo e i bonifico attraverso una carta di credito e debito. Ogni carta è associata a un circuito, a sua volta convenzionato con l’istituto emittente.  Si distinguono in circuiti nazionali e internazionali, a seconda che siano abilitati solamente in territorio italiano o anche all’estero.

Codice identificativo

Numero di sedici cifre stampato in rilievo sul fronte della carta. Serve per effettuare i pagamenti online, mentre non è necessario per le operazioni tramite POS.

CVC (Card validation code)

Codice di sicurezza di 3 cifre stampato sul retro della carta nell’area della firma. Serve a prevenire l’uso di carte di credito falsificate o dati rubati. Viene richiesto nei pagamenti on-line, ma non per eseguire per le operazioni di pagamento e prelievo.

D

Domiciliazione delle utenze 

Addebito automatico sul conto corrente del titolare che ha autorizzato l’operazione. Viene utilizzato per il pagamento delle cosiddette utenze domestiche, ovvero le spese periodiche per gas, acqua, elettricità, linea telefonica, etc.

E

E-commerce

Insieme delle operazioni effettuate telematicamente con le carte.

Estratto conto

Documento che riporta nel dettaglio tutte i movimenti della carta e del relativo conto corrente.

P

PIN (Personal Identification Number)

Codice Personale Segreto consistente in una sequenza numerica associata univocamente ad una Carta o ad uno Strumento di pagamento, per garantirne l’utilizzo esclusivo da parte del suo Titolare.

Plafond

Importo massimo a disposizione in una carta di credito.  Viene stabilito dalla banca a seconda della solvibilità del cliente.

POS (Point of sale)

Dispositivo con cui effettuare un pagamento. Se la carta non è autentica o non ha una disponibilità residua sufficiente, rifiuterà la transazione.

S

Saldo 

Modalità di rimborso della somma utilizzata con la carta di credito, alternativa al pagamento rateale. Con il saldo il denaro dovuto viene versato in un’unica soluzione. Tale pagamento avviene il mese successivo all’acquisto tramite carta di credito di un bene o servizio. Oltre al capitale, occorre ponderare anche gli interessi maturati nel periodo di tempo corrispondente. La somma viene prelevata automaticamente dal conto corrente.

T

TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)

Tasso di interesse applicato al piano di rimborso della somma utilizzata con la carta di credito. Si consiglia di non trascurare questo dettaglio, che è molto più elevato del tasso applicato a un prestito personale e potrebbe  arrivare addirittura al 30%.

V

Validità della carta

Periodo di tempo che intercorre tra la data di emissione della carta e la scadenza della stessa come da contratto. Dura normalmente dai 3 ai 5 anni.

Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1