Il prestito con pensione sociale

In tempi di crisi il mondo creditizio e finanziario ha deciso di semplificare l’accesso ai pensionati concedendo loro prestiti personali anche in assenza di valide garanzie alternative: è questo il caso della possibilità offerta di erogare credito anche a coloro che beneficiano del solo assegno sociale (ex pensione sociale). L’assegno sociale (ex pensione sociale) è una prestazione economica, a sostegno del reddito, erogata dall’INPS, dietro richiesta dei cittadini che si trovano in condizioni economiche particolarmente disagiate con redditi non superiori alle soglie previste annualmente dalla legge. Vediamo in questa guida quando può essere concesso un prestito con assegno sociale.

L’assegno sociale (ex pensione sociale): cos’è, requisiti e quando spetta

L’assegno sociale è una prestazione economica, un ammortizzatore sociale erogato su richiesta, in favore dei cittadini che si trovano in condizioni economiche particolarmente disagiate: il diritto alla prestazione sociale è accertato in base al reddito personale per i cittadini non coniugati ed in base al reddito complessivo con quello del coniuge, per chi è sposato

L’assegno sociale è concesso con carattere di temporaneità e la verifica del possesso dei requisiti economici e di effettiva residenza viene verificata di anno in anno: non è reversibile ai familiari superstiti e non può essere erogato all’estero. Infatti il titolare che soggiorna all’estero per un periodo superiore ai 30 giorni comporta l’immediata sospensione dell’assegno e la revoca, decorso un anno dalla sospensione. L’assegno sociale non è soggetto a trattenute Irpef.

Per ottenere l’assegno sociale è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • 65 anni e 7 mesi di età,
  • versare in condizioni economiche critiche e di bisogno,
  • avere la cittadinanza italiana,
  • iscrizione all’anagrafe del comune di residenza (per gli stranieri comunitari),
  • titolarità del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (per gli stranieri extra-comunitari),
  • residenza effettiva e continuativa per almeno 10 anni sul territorio nazionale.

Il pagamento della prestazione sociale decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda, se risultano essere soddisfatti tutti i requisiti dettati dalla legge: la misura massima dell’assegno erogato è pari a 448,07 euro per 13 mensilità e, per quest’anno 2016, il limite è fissato ad 5.824,91 euro annui e ad 11.649,82 euro, se  il richiedente è coniugato.

Pensione sociale: come ottenere un prestito

Se la canonica pensione si ottiene versando i contributi durante tutta la vita lavorativa, fino al raggiungimento dell’età e della massima contribuzione prevista dal dettato legislativo, l’assegno sociale è un ammortizzatore sociale stanziato dallo Stato a coloro non abbiano raggiunto gli anni minimi di contribuzione e non siano titolari di alcuna forma di reddito. Con l’assegno sociale si vuole garantire un minimo di reddito erogato dallo Stato italiano, d’importo uguale che non tenga conto dei contributi versati in precedenza.

Ma i cittadini beneficiari e titolari d’assegno sociale possono comunque vedersi erogato un prestito personale sole se finalizzato ad una particolare spesa: infatti, per i soggetti che percepiscono la pensione sociale esistono delle offerte finanziarie reperibili sul mercato creditizio pensate e finalizzate al soddisfacimento delle particolari esigenze di coloro che vivono in una situazione di forte disagio finanziario. Queste soluzioni creditizie sono utili all’acquisto di un determinato bene o servizio.

Prestito con pensione sociale: caso esemplificativo

Per un soggetto beneficiario di prestito sociale che intende richiedere un prestito finalizzato alla costruzione di un impianto nella propria dimora di importo di 20.000 euro può optare per soluzioni differenti reperibili sul mercato creditizio, ma tra le tante proposte reperibili sul mercato finanziario è giusto, a titolo di mero esempio, segnalare i migliori preventivi.

Santander propone un finanziamento per chi è titolare e beneficiario di un prestito sociale che prevede una durata di 120 mesi con rata mensile d’importo di 212 euro con Tan 6% e Taeg 6,27%, senza previsione di spese iniziali; Fiditalia è la seconda interessante offerta commerciale che prevede un finanziamento di 120 mesi con una rata mensile di 214 euro con Tan 6,30% e Taeg 6,49% e nessuna spesa iniziale prevista.

Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1