Prestito personale per l’acquisto di un’auto: tipi e caratteristiche

Generalmente l’acquisto di un’auto richiede delle somme di denaro di una certa consistenza, motivo per cui spesso i consumatori in questa situazione fanno ricorso ai prestiti personali. Il prestito auto dunque è un tipo di finanziamento con il quale viene erogato un capitale utile per l’acquisto di un’autovettura, tenuto conto del fatto che per molti l’acquisto in contanti è un’operazione pressoché impossibile. Forme di finanziamento caratterizzate da diversi aspetti, perché differenti sono le tipologie di prestiti auto proposte dalle banche, dalle società finanziarie e direttamente dalle concessionarie stesse. Finanziamenti che si distinguono per le modalità di erogazione delle somme di denaro, per i vari tassi di interesse e per i differenti importi delle rate. In questa guida proveremo a fare un po’ di chiarezza attraverso un’analisi dettagliata dei diversi tipi di prestiti personali auto presenti sul mercato italiano e per capirne le diverse caratteristiche. Una guida utile anche per facilitare la scelta dei potenziali fruitori dei prestiti auto, che potranno così scegliere il finanziamento più rispondente alle proprie necessità.

Il prestito personale auto direttamente attraverso la concessionaria

Quando si intende procedere all’acquisto di un’auto, una delle soluzioni ideali è il prestito proposto direttamente dalla concessionaria. Al richiedente non resta che stipulare il contratto di finanziamento e rimborsare le rate del prestito in base al piano di ammortamento concordato con la stessa concessionaria. Modalità di rimborso che chiaramente tengono conto della retribuzione mensile dell’acquirente e quindi della sostenibilità delle rate mensili. La somma erogata dall’ente finanziario è direttamente versata alla concessionaria, che in questo modo incassa in un’unica soluzione il costo dell’autovettura. Con il prestito auto tramite la concessionaria le agevolazioni in relazione alla restituzione del capitale dipendono dalla società finanziaria prescelta. In genere vengono proposte soluzioni a tasso zero, che non prevedono cioè il pagamento di interessi. In ogni caso è necessario sempre considerare i costi per l’apertura della pratica e le spese amministrative, elementi che fanno lievitare l’importo del prestito da restituire. Quindi in linea di massima il prestito auto convenzionato con la concessionaria è vantaggioso perché presenta forti agevolazioni non solo per quanto riguarda gli interessi, ma anche in merito all’importo delle rate mensili. Infatti vengono solitamente avanzate proposte di rimborso con rate molto basse, che danno la possibilità di acquistare l’auto anche a chi non ha grandi possibilità finanziarie.

Il prestito personale auto con società finanziaria

Un’alternativa valida al prestito auto proposto direttamente dalla concessionaria è la possibilità di ricorrere a una finanziaria di fiducia. Una soluzione conveniente soprattutto per chi ha già un prestito in atto con la finanziaria di fiducia, aspetto che spesso porta i clienti ad ottenere prestiti con tassi di interesse agevolati. Una volta ottenuto il finanziamento, il cliente disporrà del capitale richiesto sul proprio conto corrente e solo dopo l’avvenuto bonifico di prestito potrà avviare la pratica per l’acquisto dell’auto. I tempi sono dunque leggermente superiori rispetto a quando ci si rivolge direttamente alla concessionaria per l’ottenimento del prestito.

Il prestito personale auto con maxi rata finale

Una soluzione per l’acquisto dell’auto particolarmente adatta a chi conta di avere una disponibilità finanziaria futura tale di garantirgli la possibilità di saldare il debito in un’unica soluzione finale. Un tipo di prestito personale auto con un piano di rimborso che si articola in due fasi: la prima basata sulla restituzione del capitale attraverso il versamento delle rate mensili e una seconda fase che prevede la possibilità di scegliere tra l’estinzione totale del debito o di continuare con il pagamento delle rate mensili. Il prestito personale auto con la maxi rata finale è indicato quando si vuole comprare un’auto di un certo valore, con questa tipologia di finanziamento generalmente l’importo della rata mensile è piuttosto basso.

Il prestito personale auto con cessione del quinto

Questo prestito auto è adatto soprattutto ai lavoratori con contratto a tempo indeterminato e a coloro che non hanno una buona reputazione creditizia (cattivi pagatori). Infatti la restituzione del capitale prevede che la rata mensile venga direttamente detratta dallo stipendio del lavoratore, con il datore di lavoro che corrisponde alla finanziaria direttamente l’importo dovuto. Il prestito auto con cessione del quinto prevede una limitazione: la rata mensile non può superare l’importo di 1/5 della propria retribuzione. Un finanziamento che quindi viene concesso in proporzione allo stipendio del cliente e a cui possono accedere anche i lavoratori con contratto a tempo determinato. In caso di soggetti richiedenti con contratto a tempo determinato corre però l’obbligo di una doverosa precisazione: con il finanziamento viene previsto un piano di ammortamento non superiore alla durata del contratto lavorativo.

Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1