Il bonus Inps per famiglie numerose: cosa fare per ottenerlo

Richiedere il Bonus Inps per famiglie numerose da 500 euro non è mai stato così semplice: ecco una guida che consente di conoscere tutte le informazioni, i dettagli utili per richiedere ed ottenere il Bonus famiglie numerose per l’anno 2016. In base a quanto pubblicato sul sito dell’INPS si parlerebbe di una cifra disponibile che si aggirerebbe intorno ai 9 milioni di euro per finanziare le giovani famiglie italiane.

Il Bonus  per le famiglie numerose 2016 è un incentivo, una misura di sostegno economico utile con un valore d’importo pari a 500 euro erogato dall’Inps ai nuclei familiari con un minimo di quattro figli. E’ l’Inps che procede e si occupa dell’erogazione di un assegno pari a 500 euro per tutte quelle famiglie italiane nelle quali il numero di figli minori è uguale o superiore a quattro. Per poter beneficiare del bonus, oltre al requisito del numero dei figli, è anche indispensabile che la situazione economica, documentata e risultante dalla presentazione del modello ISEE, non risulti essere superiore a 8.500 euro l’anno.

Bonus INPS famiglie numerose 2016: requisiti per richiederlo ed ottenerlo

Da luglio 2016 le famiglie numerose italiane possono ricevere con il loro stipendio il Bonus Inps famiglie numerose, un contributo ed una misura di sostegno economico erogato “una tantum” dedicato ai nuclei famigliari numerosi e con una situazione reddituale che necessita di sostegno economico.
Gli aventi diritto all’assegno devono essere in possesso dei seguenti requisiti per richiederlo:

  • avere 4 o più figli minorenni all’interno del nucleo famigliare;
  • produrre un reddito ISEE inferiore ad 8.500 euro annui.

Per ottenere questo Bonus, non è necessario aver presentato nessuna domanda. Basta la domanda, relativa all’anno 2015, per gli assegni famigliari erogati dai Comuni e spettanti alle famiglie numerose con 3 o più figli minori a carico: nel caso in cui vi sia un nuovo bambino nato oppure uno dei figli abbia raggiunto la maggiore età in corso d’anno, il bonus famiglie numerose verrà riproporzionato al numero di mesi di presenza dei 4 o più figli minori nel nucleo della famiglia.

Bonus INPS famiglie numerose 2016: prestazione economica “una tantum”

Le famiglie italiane aventi diritto ad ottenerlo sono circa 72mila ed i fondi stanziati dal Governo per il bonus famiglie numerose 2016 sono pari a 45 milioni di euro. Il contributo economico, previsto dall’articolo 1, comma 130 della legge 190/2014, viene erogato sotto forma di buoni acquisto da spendere per provvedere all’acquisto di beni o di servizi di prima necessità dedicati al sostentamento e sostegno economico dei soggetti minori presenti in famiglia. Ricordiamo che l’anno di riferimento è il 2015, dunque non concerne i nuclei famigliari in cui il quarto figlio sia nato nel 2016.

In certi casi l’erogazione del bonus famiglie  numerose potrebbe essere rinviata a fine 2016, nel caso i cui i Comuni di residenza non abbiano trasmesso entro il 31 maggio scorso, tutti i dati relativi alle domande per l’assegno famigliare per famiglie con almeno tre figli in età minore. L’INPS in questi casi non avendo ricevuto i dati in tempo utile per predisporre l’invio del bonus e tarderà con l’erogazione della prestazione economica a supporto dei nuclei familiari numerosi.

Bonus INPS famiglie numerose 2016: domanda e benefici

Per ottenere il beneficio economico non è necessario presentare alcuna domanda: l’INPS si baserà sulla domanda presentata nel 2015 per la concessione dell’assegno per i figli minori presenti nel nucleo. Tale domanda deve essere stata presentata al Comune di residenza entro e non oltre il termine inderogabile del 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’assegno al nucleo familiare.

Nel caso in cui il quarto figlio sia nato dopo il 2015, l’INPS incrocerà i dati della domanda per gli almeno tre figli minori con la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) aggiornata (scaduta il 15 gennaio 2016), che il soggetto interessato al beneficio avrà prodotto al momento della nascita del quarto figlio. Per l’erogazione del bonus famiglia, il Governo ha stanziato ben 45 milioni di euro.

Vi è anche una card, la Carta Famiglia, che va richiesta al proprio Comune di residenza pagando gli oneri per il rilascio e ha validità due anni. Possono richiederla anche i cittadini stranieri residenti sul territorio italiano: la carta include sconti e agevolazioni su servizi pubblici e privati che aderiscono all’iniziativa economica (abbonamento ai trasporti pubblici ma anche iniziative culturali, turistiche etc).

Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1