Come verificare su internet la posizione INPS dei contributi lavorativi

I contributi lavorativi sono quelle somme di denaro che il datore di lavoro versa per ogni suo dipendente a fini assistenziali e pensionistici. I contributi devono essere versati per legge obbligatoriamente, non appena il lavoratore viene messo in regola, i suoi contributi vengono versati ogni mese dal datore di lavoro all’INPS. In questo articolo vi spieghiamo come verificare i propri contributi in quanto la legge prevede che essi vengano emessi attraverso il sistema contributivo e non come in passato quando il calcolo si faceva in base agli ultimi stipendi percepiti.

Come verificare i contributi INPS online

Per verificare i contributi INPS online è necessario accedere alla vostra area attraverso un PIN, se non lo avete dovete accedere al sito dell’INPS  cercare e cliccare la voce “Richiesta PIN” compilare il form e mandare i dati richiesti. Il PIN è costituito da 16 caratteri alfa-numerici, esso verrà mandato in maniera separata per questioni di privacy.

La prima parte del PIN la riceverete via email o SMS, mentre la seconda tramite posta presso il vostro indirizzo di residenza. Una volta ottenuto il PIN completo, al primo accesso dovete inserirlo nel sito e al primo accesso vi chiederà di sostituirlo con uno di 8 caratteri che dovrete tenere molto stretto, vi servirà per tutti gli accessi successivi.

A questo punto siete pronti per accedere al sito dell’INPS, entrate nella vostra area con il nuovo PIN cliccando su “Servizi online” e poi su “Servizi per il cittadino”. Siete giunti finalmente sulla vostra area personale, da qui basterà cliccare su “Fascicolo Previdenziale del Cittadino”, successivamente su “Posizione assicurativa”e infine su “Estratto conto”. Adesso potrete vedere tutti i documenti relativi al vostro prospetto dei contributi previdenziali.

Estratto-conto-previdenziale

Attraverso il pannello relativo all’estratto conto contributivo potete verificare il giusto comportamento del datore di lavoro, controllando con esattezza gli importi, il numero di settimane versate, e quanti anni di versamento avete già in vostro possesso. Il nostro consiglio è quello di controllare periodicamente la vostra situazione contributiva, in quanto per accedere alla pensione bisogna adeguarsi alle norme vigenti e possedere un determinato numero di anni di contributi pensionistici, altrimenti non potete richiedere la vostra pensione una volta raggiunta la giusta età.

Cosa c’è nell’estratto conto contributivo

Vi ricordiamo inoltre che nell’estratto conto contributivo avrete sul lato destro i dati anagrafici dell’interessato, mentre nella tabella sono riportati i dati relativi al versamento previdenziale. Ecco nei dettagli cosa troverete:

  • Periodo di riferimento;
  • Tipologia di contribuzione (lavoro dipendente, artigiano, commerciante, servizio militare ecc.)
  • Contributi utili (espressi in giorni, settimane o mesi), sia per il raggiungimento del diritto sia per il calcolo della pensione;
  • Retribuzione o Reddito;
  • Azienda (datori di lavoro);
  • Eventuali Note (riportate alla fine dell’estratto).
Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1