Rottamazione cartelle Equitalia: le nuove scadenze e il modulo aggiornato

Ecco il nuovo modello DA1 approntato per la rottamazione delle cartelle Equitalia, aggiornato con le modifiche al Decreto Fiscale: sul portale di Equitalia è scaricabile il nuovo modello DA1 “aggiornato” per la cosiddetta “rottamazione cartelle” Equitalia.
Il suddetto modulo di richiesta di adesione agevolata DA1 è stato aggiornato in base alle revisioni apportate dal Parlamento in sede di conversione del Decreto Fiscale: recepisce le novità normative concernenti la rottamazione cartelle Equitalia, introdotte dal Parlamento nel decreto legge n. 193/2016 convertito con modificazioni dalla legge n. 225/2016 pubblicata in Gazzetta Ufficiale 2 dicembre 2016 ed entrata in vigore il giorno seguente.


Rottamazione cartelle: modifiche al decreto sulla definizione agevolata

Le revisioni apportate al novello istituto della definizione agevolata, meglio conosciuto con il termine di sanatoria Equitalia, concernono: i termini di presentazione della domanda, i debiti contenuti nelle cartelle da “rottamare”, il numero delle rate da rimborsare ed i tempi di pagamento.
Ecco le novità normative recepite:

  1. 1. con la nuova rottamazione delle cartelle di Equitalia viene prevista la definizione agevolata, con uno sconto per quanto riguarda le sanzioni e gli interessi di mora, di tutte le cartelle esattoriali che sono state emesse tra il 1° gennaio 2000 e la fine del 2016;
  2. i termini di presentazione della domanda di adesione agevolata passano dal 23 gennaio al 31 marzo 2017;
  3. per quanto concerne i termini di approvazione, Equitalia invierà entro e non oltre il 31 maggio del 2017 una comunicazione al soggetto contribuente, in cui viene indicata la somma dovuta con allegati i bollettini contenenti  le date di scadenza dei pagamenti;
  4. le rate transitano da 4 a 5: nel caso in cui si opti per il pagamento dilazionato, almeno il 70% degli importi dovuti dovranno essere pagati entro e non oltre l’anno 2017, mentre il restante 30% entro l’anno 2018. Le singole rate da rimborsare avranno scadenza determinata prevista per i mesi di luglio, settembre e novembre 2017; per l’anno seguente le scadenze delle rate sono fissate nei mesi di aprile e settembre 2018; nel caso di pagamento in un’unica soluzione, la scadenza è fissata per il mese di luglio 2017.

Una volta perfezionato il nuovo modello DA1, come riportato nelle indicazioni reperibili online,  la domanda di adesione agevolata dovrà essere consegnata fisicamente presso gli sportelli Equitalia oppure inviata, insieme alla copia di un documento di identità o patente valido, via email o PEC agli indirizzi indicati nel modulo.
Per quanto concerne il pagamento sia che si opti per quello in un’unica soluzione sia per quello rateale, il soggetto contribuente potrà pagare la definizione agevolata con l’addebito sul conto corrente bancario, oppure direttamente allo sportello bancario, agli uffici postali, presso le ricevitorie  tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, con la App Equiclick o direttamente agli sportelli di Equitalia. Ricordiamo che la nuova rottamazione, a differenza di quanto annunciato inizialmente, copre anche tutte le cartelle notificate nell’anno 2016.

Le migliori offerte del momento sui Prestiti
Richiedi subito un preventivo gratuito!
signorprestitoPrestito INPS e INPDAP in soli 5 minuti! Ideale per lavoratori dipendenti e pensionatiRichiedi
rating1
siprestitoPrestito fino a 60.000 euro in piccole rate anche per CATTIVI PAGATORI con busta pagaRichiedi
rating2
difesadebHai DEBITI? Ti DIFENDIAMO noi! Chiudi i debiti con Banche e Finanziarie con un risparmio dal 40 al 70%Richiedi
rating1